Uscita dei Passaggi – 11 Ottobre 2020

È quasi impossibile descrivere a parole l’emozione che si cela dietro alla nostra annuale cerimonia dei Passaggi, soprattutto per una Coccinella ed un Lupetto che si preparano ad attraversare il ponte tibetano o per una Guida ed un Esploratore che prendono coraggio per lanciarsi con la carrucola. Sono questi momenti che, in particolare in questo periodo difficile, ci fanno riflettere sul mondo che abbiamo scelto e la promessa che abbiamo fatto. 

Sono cambiate tante cose del nostro “fare scout” in questi mesi e tante ne stanno ancora cambiando, ma noi siamo sempre pronti ad adattarci: così abbiamo fatto anche in questa importante occasione. Nonostante le distanze, le mascherine e il gel igienizzante, non ci siamo persi d’animo e, anzi, abbiamo vissuto la nostra uscita quasi come tutti gli altri anni. 

Anche questa volta i momenti di passaggio sono stati tanti, dall’ultimo racconto del Cerchio e del Branco, al saluto (un po’ commovente) ai capi Clan il sabato sera… fino ai veri e propri passaggi la domenica mattina. Lupetti e Coccinelle hanno lasciato lo zucchetto e hanno attraversato il ponte tibetano per essere accolti in Reparto, Guide e Esploratori hanno salutato le loro squadriglie e con la carrucola sono atterrati vicino ai loro nuovi compagni di viaggio, i ragazzi del Clan. 

Vicino a qualcuno che se ne va, c’è sempre qualcuno che viene accolto: abbiamo allora accolto Stefano nella nostra Comunità Capi e abbiamo invece salutato, con affetto e gratitudine, Giuliano, Elena ed Anna. 

In questi momenti si intrecciano tanti percorsi, tanti saluti e anche un po’ di commozione per chi ha visto crescere in questi anni il nostro gruppo scout, fino a diventare il gruppo numeroso che è ora. Grazie a tutti quelli che fanno parte di questo bellissimo gioco, a chi ci ha salutato e ha contribuito a costruire la comunità che siamo e chi ha deciso di giocare con noi in questo nuovo anno. Sarà forse un po’ più complicato del solito camminare insieme, ma, anche se lo faremo a distanza, l’importante sarà prenderci cura di ogni fratellino e sorellina e non abbandonare il nostro entusiasmo. 

Ricordiamoci sempre che, come scrisse il fondatore dello scoutismo Baden-Powell, “Il nostro guardare lontano è legato al nostro essere continuamente in cammino, alla ricerca, ma è anche guardare ogni tanto indietro per rivedere quale sentiero abbiamo seguito, se abbiamo lasciato le cose meglio di come le avevamo trovate. Dopo aver guardato indietro riguardare di nuovo lontano e accorgersi che si può guardare ancora più lontano!”

Buona Strada, Buona Caccia e Buon Volo!
Arcanda

Guarda QUI le foto della Cerimonia dei Passaggi!