La Route 2016 del Clan di Rovato 1 – Strada e Servizio

20160809_101612Per celebrare il centenario dal primo conflitto mondiale, il Clan del Rovato 1 è partito alla volta dell’ altopiano di Asiago  per rivivere i luoghi ove si è combattuto per plasmare e unire il nostro paese.

Questa ruote estiva, durata dall’ 8 al 14 Agosto, si è suddivisa in due momenti, uno cammino e uno di servizio.
Il cammino ha occupato i primi quattro giorni, dalla partenza a Rovato, fino all’arrivo a Chiari ove si è svolto il momento di servizio. Le emozioni provate durante la marcia non sono state dettate solo dagli splendidi paesaggi e dai suggestivi boschi che formano l’altopiano, ma anche dalla catechesi che approfondiva il concetto e il significato di “strada” intesa non solo come manto stradale ma come piano spirituale che contribuisce, secondo l’insegnamento scout che il Clan propone, alla crescita di una persona.

20160811_163928_resized_1Certamente l’atmosfera che avvolge quei luoghi è assolutamente unica: i piccoli cimiteri austro-ungarici, i resti in muratura delle baracche e addirittura di una intera caserma (il forte interrotto di Camporovere) , le ferite mai sanate lasciate nella roccia da trincee, camminamenti, grotte crateri di mine e proiettili di artiglieria affascinano e fanno riflettere  in maniera profonda chiunque su quanto sia inconcepibile la guerra.
Nessun luogo può tuttavia battere il sacrario militare di Asiago in quanto luogo di commemorazione.
Le salme di 54.286 soldati di ambo le fazioni, di cui oltre 33.000 ignote, riempiono quell’immenso ossario, costruito dai fascisti per esaltare lo spirito di vittoria e sacrificio che cianciavano di incarnare.

2016-08-12 16.04.02Concluso il momento di cammino, incominciò a Chiari quello di servizio, durato tre giorni, presso il centro Auxilium, che svolge diverse operazioni di volontariato a favore dei poveri. I nostri ruoli spaziavano dalla cucina ai magazzini fino alla sala mensa per gli ospiti, il  centro delle attività dell’ Auxilium, ove abbiamo avuto la possibilità di entrare in contatto con storie e realtà che in particolari casi ci hanno anche scosso, facendoci pensare a lungo su quanto noi, nonostante le difficoltà che comunque dobbiamo affrontare, siamo fortunati.

La route si concluse ufficialmente con un consiglio durante il quale abbiamo fatto il punto delle attività dell’anno e della route stessa portando a compimento anche il terzo capitolo della vita di Clan dopo la “strada” e il “servizio” ovvero il “fare comunità”, pilastro portante della nostra branca.

2016-08-13 17.50.29

Nonostante questa fantastica esperienza sia finita, noi porteremo sempre con noi tutte quelle emozioni provate lungo il cammino che certamente ci aiuteranno a formarci come uomini e donne sempre migliori e desiderosi di aiutare il prossimo al massimo delle nostre capacità.

Camoscio Laborioso

Alcune foto della route CLICCANDO QUI