Clan – Route Invernale 2017 – Lago d’Endine

IMG_E206127-29 Dicembre 2017
Anche quest’anno il clan del Rovato 1 ha concluso l’avventura della route invernale.

Dopo il viaggio in treno e poi in pullman fino a Borgo di Terzo (BG), sotto la pioggia che, di solito spaventa ogni avventuriero, inizia il cammino verso la meta di Ranzanico. Per sconfiggere la pioggia e la fatica qualche canzone e chiacchierata sono il giusto rimendio e il bel panorama che ci ha accompagnati sulle rive del lago d’Endine hanno allietato la stanchezza.

Arrivati a destinazione il primo pensiero è stato quello del pranzo dove a coppie, come sempre, abbiamo cucinato ciò che prevedeva il proprio “sofisticato” menù.

La cosa più importante poi è stato asciugare tutto ciò che avevamo addosso e nello zaino entro il giorno seguente: camminare bagnati non è certo una gioia.

In ogni clan che si rispetti non può mancare la catechesi, momento di riflessione e preghiera, che in questa è stata particolarmente interessante: il tema affrontato nei diversi giorni è tato l’analisi di se stessi e la capacità di conoscersi per apprezzarsi al meglio. Non mancano poi ovviamente momenti di gioco ,risate e chiacchere prima di una sana dormita.

Il giorno seguente di nuovo lo zaino in spalla, pronti per tornare sulla strada: destinazione Lovere.

IMG_2065E’ proprio vero che durante la strada si scopre la bontà del prossimo: verso le due dopo qualche ora di cammino è sopraggiunta la fame ma non avevamo acqua per cucinare; una signora ci ha accolti con un gran sorriso e ci ha dato ciò di cui avevamo bisogno, senza chiedere nulla in cambio se non qualche chiacchiera.

Arrivati a Lovere abbiamo passato una piacevole serata, partecipando ad un nostro “scouts’ got talent” dove abbiamo mostrato ad una piccola giuria i nostri più bizzarri talenti.

La mattina seguente abbiamo avuto il piacere di visitare la chiesa di Lovere, aperta soltanto per noi, sotto la guida di Don Alessandro che ce ne ha raccontato la storia. Finita la visita abbiamo preso i mezzi e siamo tornati dalle nostre famiglie.

Prima di ogni route c’è sempre un grande punto di domanda nella testa: non si sa quanta fatica si farà, come sarà il clima nel clan, ma alla fine c’è sempre un grande punto esclamativo, una conferma.

Quest’anno la strada è stata serena, l’umore era sempre alto, ci sono sempre stati sorrisi per il prossimo nonostante la fatica. La strada ti porta a conoscere te stesso, superare i propri limiti e a imparare a convivere al meglio con gli altri passando momenti che non si dimenticano facilmente.

Canguro Spiritoso

PS: qualche foto della route CLICCANDO QUI.

IMG_2013

Clan – ROUTE ESTIVA 2016-2017

IMG_9293Anche per quest’anno è giunto il momento per il clan di abbandonare le comodità delle proprie case per cimentarsi nell’impresa più ardua, ma al contempo appagante, di tutto l’anno scout: la route estiva!

Quest’anno la route, a tema Inside Out, è partita il 5 Agosto da Brescia e si è chiusa il 12 Agosto a Bagolino, ed è stata suddivisa in due momenti:

il primo, che comprende i giorni 5/6/7/8 Agosto, nei quali si è svolta la route di camminata vera e propria e il secondo, che comprende i giorni dal 9 al 12 Agosto, in cui il clan si è unito al resto del  gruppo per dare il via al vero e proprio Campo di Gruppo.

La partenza è stata alla stazione degli autobus di Brescia alle 8:10, siamo giunti a Collio (850 mt), dove, dopo un breve momento di catechesi,  è iniziato il cammino fino alla malga che ci avrebbe ospitati la notte:  il rifugio Blachi 2 (1615 mt).

Dopo aver piazzato le tende, mangiato e giocato, ci siamo coricati per  la prima notte. Ripartiti la Domenica con il presagio funesto della pioggia ci siamo diretti verso il passo del Maniva (1664 mt).

IMG_9241-1Dopo la perdita di una tenda e accompagnati dalla pioggia scrosciante, siamo giunti alla chiesetta delle Tre Valli, dove il parroco ci ha gentilmente ospitati . Sulla piana del Maniva si è svolta la prima gara di cucina del Clan. Recuperata una tenda in sostituzione della dispersa ci siamo preparati per la giornata successiva.

Il terzo giorno ci siamo diretti al passo Crocedomini (1892 mt). Purtroppo, data l’assenza di un posto in cui piazzare le tende, ci siamo visti costretti ad allungare il percorso per poterci fermare a passare la notte.

Trovata una radura circondata da numerose mura a secco, una fontana e un fiume, abbiamo deciso di fermarci: un posto molto pittoresco per passare l’ultima notte di route all’esterno.

La giornata di Martedì è stata invece suddivisa tra l’arrivo del clan in reparto per il pranzo e il raggiungimento nel pomeriggio della malga Brominetto (1100 mt), dove eravamo attesi dai lupi, ma soprattutto dalle coccinelle.

Il campo di gruppo si è svolto con le tre attività pianificate dalle tre branche: la prima organizzata da lupetti e coccinelle il Mercoledì, la seconda  dal reparto il Giovedì  e il Venerdì l’attività del clan, che in serata ha anche animato la festa di fine campo.

Il Sabato ha concluso così un campo che è stato  intervallato da momenti di divertimento e momenti di riflessione e che verrà ricordato con nostalgia da tutti noi.

Galleria fotografica di tutto il gruppo al seguente LINK

Suricata Collaborativo

IMG_9360

Uscita di chiusura anno 2016/2017

Photo taken on 2017-05-28 11-23-44.jpgSi è conclusa domenica 28 maggio la due giorni dell’uscita di chiusura del gruppo Scout Rovato 1.
Abbiamo avuto modo, così, di passare ancora un week-end in compagnia tra allegria e tante emozioni prima della pausa estiva.
Abbiamo scritto emozioni?
Bè si, proprio quelle…
Infatti ci siamo congedati lanciando il tema del nostro prossimo campo estivo che verterà proprio sulle emozioni: INSIDE-OUT!
Vi lasciamo con un caloroso saluto augurandovi una splendida estate e con qualche fotografia di ricordo degli ultimi due giorni passati insieme.
A presto
La Formica Bi

Galleria fotografica CLICCANDO QUI.

IMG_8421.jpg

Clan Rovato 1 – La Route Invernale 2017

l1050618Anche quest’anno il clan del Rovato 1 hanno vissuto l’esperienza della route invernale svoltasi dal 5 al 7 gennaio.
Tuttavia questa è stata una route un po’ insolita poiché con il clan vi era anche il noviziato, uniti per intraprendere la stessa strada.
Il novi/clan è partito così giovedì 5 gennaio alla volta di Pisogne, dove il treno li ha lasciati, e da lì hanno imboccato la via Valeriana, antico sentiero che costeggia il lago d’Iseo, con meta Zone.
l1050448Arrivati a Zone i ragazzi si sono potuti rifocillare e riposare prima di riprendere il cammino, questa volta salendo verso il monte Guglielmo ed attraversando il suggestivo bosco degli gnomi.
La meta ultima è stata la baita Palmarusso di sotto (1596mt), dove dei volontari del mato grosso che gestivano la struttura ci hanno accolto ed ospitato per i due giorni seguenti.
Qui il clan ha potuto vivere un’intensa esperienza di comunità, data anche dal fatto che fosse presente il noviziato, ed arricchita dalla catechesi incentrata sull’accoglienza, sulla comunità e sulla correzione fraterna.
l1050636Durante la festa dell’epifania, e dopo la partecipazione alla Santa Messa presso la chiesa parrocchiale San Giovanni Battista di Zone, il clan di ritorno alla baita ha potuto accogliere ed offrire il pranzo agli escursionisti che volevano sostare alla baita per riposarsi dopo la camminata.

Nel pomeriggio il clan ha iniziato a riscrivere la propria “carta d’identità”, la carta di clan, documento fondamentale per il clan che viene presentato al noviziato al momento dell’entrata effettiva in clan, mentre il noviziato si è messo all’opera per poter realizzare degli ottimi arancini che la sera stessa abbiamo potuto assaporare tutti insieme.

Purtroppo anche questa avventura si è conclusa troppo in fretta e sabato 7 il novi/clan era già sulla via di casa, ognuno per riprendere la propria routine quotidiana dopo questo periodo di feste.

Alcune foto della route CLICCANDO QUI

Armadillo Cortese

img_6485

Lorenzo è partito.


dsc08953Lorenzo
è partito.
Per dove? Per la vita.
E quando un rover parte per la vita significa che ha capito l’importanza di se stesso in un mondo che ha anche bisogno di lui.

Significa che i principi della solidarietà, della fede, della speranza, della carità, della strada, del servizio, della comunità e dell’amore si sono impadroniti del suo essere, del suo pensare e del suo vivere, in comunione con quello che è il più grande dei comandamenti che abbiamo ricevuto: “Amerai il tuo prossimo come te stesso.”
Ed ha capito che questa è la gioia per cui vale la pena esistere.

Ma qualcuno dei non “addetti ai lavori” potrebbe ancora non capire, per cui ci permettiamo di riportare una breve spiegazione di cosa è una “partenza” scout:

“Partenza è:
-risposta ad una Chiamata (scelta di Fede)
-vivere al servizio dei fratelli (scelta di Servizio)
-operare per il bene comune nella società di oggi (scelta Politica)

Partenza è un momento forte di riflessione sulla propria vita, sulla propria Fede, sulla propria disponibilità al Servizio, ma non è l’unico momento di riflessione della propria vita. Lo spirito è quello della strada, di una meta che va raggiunta per tappe: non si decide una volta per sempre in maniera definitiva. La Partenza si prepara e si vive nel quotidiano.

Il Rover o la Scolta che chiede la Partenza ha vissuto pienamente il Clan, ha assorbito i valori Scout (lealtà, disponibilità, essenzialità, fiducia, avventura, scoperta, impegno per cambiare, …) vissuti in Clan (attraverso la firma della Carta di Clan e la Progressione Personale); l’R/S è disposto ad una verifica con se stesso e con i Capi. Scommette sul proprio futuro impegnandosi a portare nella vita i valori sperimentati nel corso dell’esperienza scout; l’importante è l’impegno, non il risultato. L’R/S che chiede la Partenza ha “carattere”: accetta le proprie doti ed i limiti, è capace di scegliere (“vedere”, “giudicare”, “agire”), ha il coraggio delle proprie idee, è padrone di sé (come descritto nel brano “If” [“Se”] di Kipling), ha uno stile personale, sa assumersi delle responsabilità.

E’ una persona seria che si impegna per gli altri, per “lasciare il mondo un po’ migliore di come lo si è trovato”, è generoso, è giusto, sa ascoltare, accetta e si arricchisce con le diversità (di persone, culture, idee, …), vive un equilibrato rapporto Uomo – Donna, sa essere generoso e disponibile sempre ed ovunque.”

Lorenzo ha lasciato il Clan del gruppo Rovato 1.
Lo ha chiesto lui.
E adesso è pronto per la nuova avventura che lo aspetta.

Buona Strada Lorenzo 🙂

(Michele ed Emanuele)

PS: Se vuoi vedere qualche foto della serata e della cerimonia con Lorenzo CLICCA QUI.

l1050344